Autunno ad Atene.

Sarà stato il clima mite, le piante ancora in fiore, il cielo azzurro a farmi pensare alla primavera nonostante fosse novembre inoltrato.  Partita munita di mappina per esplorare questa tanto sognata città, mi sono ben presto persa nel dedalo di stradine che la caratterizzano. Ho preferito seguire quei profumi e quei colori che mi ero immaginata sin da piccola piuttosto che un programma definito. Ho trovato tutto quello che cercavo, non desideravo nulla di più. Volevo vedere quell’Atene che tutti i giorni si sveglia con calma e si addormenta a tarda notte. Quindi, non potendo trascurare le meraviglie architettoniche che la contraddistinguono, decido di visitare al mattino L’Acropoli e tutti i siti archeologici più importanti.(consiglio: se volete visitare anche l’antica agorà  e l’agorà romana, acquistate un unico biglietto) per poi dedicarmi a passeggiare tra gli ateniesi.

Ad Atene trovi la commistione delle varie civiltà che l’hanno dominata: dai Greci che l’hanno fondata ai Romani fino ai Bizantini che l’hanno arricchita  di decori scintillanti. Tanti giovani e tantissimi locali caratterizzano il centro di questa città che ha voglia di vivere e di pensare al futuro. I negozietti tipici che affollano le stradine turistiche non storpiano comunque l’identità di questa meravigliosa città grazie alla solarità della sua gente. Se volete rallentare i vostri ritmi questa è una città che fa per voi!

Annunci