Ricordi di un’estate on the road

Il viaggio dell’estate 2017 parte rigorosamente dalla lettera A come Alsazia. E’ la regione del Gewürztraminer, delle cicogne, delle colorate casette a graticcio, dei canali che percorrono questi bellissimi borghi. Una cosa per volta .
La partenza da Bologna prevede una piccola tappa iniziale ad Annecy (in questo post racconterò di questa graziosa perla della Savoia).
Salutata la soleggiata Savoia e le Alpi francesi ci dirigiamo verso Colmar dove ci fermeremo per 3 notti . A darci il benvenuto una pioggia scrosciante. Niente paura, ombrello alla mano e via alla scoperta di questa romantica  chicca della nostra amata Francia. Fortunatamente il temporale ci da’ un po di tregua per le restanti ore del pomeriggio. Colorate case si rispecchiano nei canali della città e ponti agghindati di fiori fanno di Colmar un luogo estremamente romantico e dolce. Molte insegne dei negozi ,tutte così particolari ed uniche, sono state  ideate da Hansi, uno scultore locale celebre in tutto il mondo per la sua arte.

Purtroppo la perturbazione non ci abbandona, così decidiamo di rimandare al giorno successivo la strada dei vini, perchè il tempo sembrava prometterci un miglioramento. Quindi il secondo giorno, lo dedichiamo alla visita di Friburgo (ve ne parlerò in un altro post) che seppur già in Germania si raggiunge in un’oretta di macchina.
Finalmente è arrivato il giorno che io stavo aspettando, la visita vera e propria ai paesini caratteristici di questa regione. Dopo una colazione nella piazzetta della soleggiata Eguisheim, iniziamo a visitarla. La città è a pianta concentrica, per cui molto particolare. Graziosissime stradine di case a graticcio abbellite ancor di più da cascate di fiori coloratissimi. Fermati un attimo, guarda in cielo e non puoi non accorgerti di tutti i nidi di cicogne che si trovano sui comignoli .So sweet! ❤

Ovviamente persa la cognizione del tempo, ci siamo diretti verso Kayserberg, un borgo piccolissimo sovrastato dalla rocca abbandonata. Salite fino in cima, ne vale la pena. Da lì potrete ammirare i vigneti che vi circondano , spettacolo puro. Rigenerazione mentale  in corso…

Dopo pranzo abbiamo ripreso la macchina verso Hunawihr, città delle cicogne e delle farfalle. Da non perdere assolutamente.

Ed ora non poteva mancare la tappa della degustazione. A Riquewihr, dopo un’intensa giornata, ci fermiamo ad assaggiare Sylvaner, Gewüztraminer e Pinot. Semplicemente favolosi! L’acquisto è stato d’obbligo!

Purtroppo il traffico e il tempo non ci hanno permesso di visitare Ribeauvillè ,Bergheim e Strasburgo. Un motivo in più per ritornare in Francia! L’estate continua tutto l’anno nei ricordi del cuore . 🙂

 

 

Annunci

Su e gIù per le CRetE sENESI

Una giornata e mezzo tra natura, terme e relax. Quello che basta per rigenerarsi un po’.
Partenza da Bologna un sabato mattina alla volta di Asciano.
Oltrepassata Siena il paesaggio delle verdi colline toscane, lascia spazio a qualcosa di straordinario. D’improvviso sarai circondato da veri e propri crateri color grano e fumè. La bellezza di questo insolito panorama è davvero mozzafiato. La strada che attraversa le crete ti dà  la possibilità di viverle appieno. Ho amato il silenzio che circonda questi posti. Le soste per scattare mille foto sono (ovviamente 🙂 )d’obbligo. I meravigliosi chiaroscuri creati dal sole che  si nasconde dietro le nuvole non fanno che accentuare la bellezza di questi luoghi.

 

Un piccolo spuntino ad Asciano con specialità toscane non può mancare. Visitato questo grazioso borgo, ci dirigiamo verso Buonconvento. La sua cinta muraria, perfettamente conservata, lascia spazio, una volta che si entra attraverso le porte della città, ad un villaggio pieno di attività locali. Un dedalo di vie strettissime adornate di fiori e bandiere del rione.

 

Dopo essere arrivati in un B&B prenotato al volo su Booking,com (utilizzando questo link potrete risparmiare anche voi https://www.booking.com/s/35_6/nicab032 ) a San Quirico d’ Orcia ci spostiamo a Bagno Vignoni. Nella piazza centrale troverete una piscina di epoca cinquecentesca riempita di sorgenti termali.Se ti fermi ad osservarle vedrai anche dei piccoli geyser.


Percorriamo i rigoli di di acque termali fino a valle. Qui si formano delle vere e proprie piscine dove puoi immergerti e godere dei benefici di queste sorgenti a costo zero. Decidiamo comunque di rimandare la nostra immersione all’indomani ai Bagni di San Filippo.

 

La domenica mattina, dopo una lauta colazione a base di crostate e torte fatte in casa guidiamo fino a Radicofani . Lasciamo la macchina nel parcheggio all’ingresso del paese e saliamo a piedi alla rocca. Da lassù c’è davvero, foschia permettendo, una vista mozzafiato.
Ci spostiamo finalmente verso i Bagni di San Filippo. Purtroppo, qui, non abbiamo trovato la pace che che sognavamo, c’erano troppe troppe persone. Sembrava di essere in una spiaggia della riviera ad agosto. Cari Bagni di San Filippo e mia cara balena bianca ci rivedremo!
Iniziamo dunque a risalire e ci avviciniamo a Bologna, facendo una tappa a Pienza. Questo bellissimo borgo, già visto due volte, ha sempre il suo fascino. Seppure affollato di turisti, mantiene sempre un suo carattere. Ci fermiamo in una gastronomia locale per degustare la specialità del luogo, il signor pecorino, brindando e salutando questo weekend con un buon calice di vino rosso!

Ritorniamo dunque verso Bologna con la pancetta piena e la mente riposata quanto basta.

 

 

Un giorno tra palazzi e giardini

Marrakech non è solo souk e shopping. Ci sono palazzi e moschee dove si trova la storia di questa città. Passando da “les jardins secrets” troviamo a poca distanza Il Palais deBahia. Mi innamoro per la millesima volta quando attraversando il portone d’ingresso entro nel primo cortile. Il palazzo è visitabile interamente e vi assicuro che ne vale la pena. Lontano dal rumore ci si cala in una quiete riconciliante. Giardini e saloni curatissimi evidenziano i fasti a cui era destinato. Tra banani ,arcate bianche e muri dipinti da colori caldi ti senti proprio come a corte. La visita continua . Behappy💕

C’era una volta…

Sono a Carennac. Più di 1000km fatti in un giorno ,partendo da Bologna, per raggiungerla. Situata al centro della Francia alle porte delle più famose località turistiche della Dordogna. Un paese minuscolo, rimasto intatto. Case perfettamente conservate, minuziosamente abbellite da bellissimi fiori colorati, in stile medievale. Sembra veramente di trovarsi in un mondo parallelo, uno di quelli che ogni tanto sogni la notte, quelli in cui ti senti felice perché circondato da un silenzio capace di trasmetterti tanta serenità. Buon viaggio a tutti i viaggiatori sognatori come me!

4189 kilometri, TUTTI DA CONDIVIDERE

12 giorni on the road, meravigliosi ed unici. Vorrei racconterveli tutti con doverosa precisione per cui vi anticipo solamente un elenco di paesi visitati partendo dall’italia, passando per la francia fino alla spagna e ritornando attraversando i pirenei e la costa azzurra. Carennac,Rocamadour,Biarritz, Bayonne,Espelette,Guéthary,Saint jean de Luz,San Sebastian, Bilbao,Cirque de Gavarnie, Cauterets,Carcassonne,Avignone,Camargue,Cap-Martin.Troverete quindi dei post che ve li descriveranno cercando di trasmettervi la magia che hanno regalato a me. A prestissimo:-)

Tra nuvole e silenzio

Era da tanto tempo che aspettavo di salire quasi in cima ad una montagna con le mie gambine. Dopo tanto allenamento speravo di accusare meno fatica, ma quando sei in alta quota a contatto con la natura vera tutto cambia. Con il mio zainetto e le mie scarpine da trekking parto trotterellando e seguo il sentiero che mi porterà al lago di Pilato. Wow!!!!!!! che spettacolo, da 1000 a 1900 mt in 3 ore. Dico tra me e me: “Ce la devo fare!”. Dopo una ripida salita in mezzo ad un fitto bosco scorgo una meravigliosa piana circondata da prati infiniti e montagne altissime. E’ bellissima, mi sento sempre più felice e non vedo l’ora di arrivare alla meta. La camminata continua sempre in salita per 3 ore. Il caldo e l’aria più rarefatta mi stancano un po’ , ma non demordo . ci mancherebbe altro! Finalmente in cima, ammiro questa meraviglioso lago alpino. Trattengo il fiato per un attimo e poi corro giù per toccare l’acqua e rinfrescarmi! Non c’è nulla di più bello . adorabile ed indimenticabile sensazione. Attorno a me montagne ancora coperte dai ghiacciai perenni sovrastate da cielo blu e nuvole bianchissime e sofficissime. Nothing else!

Oggi prendo un treno e vado a Burano!

Nessun pensiero, nessun programma solo la voglia di scappare dal brutto tempo che attanaglia Bologna da più di una settimana. Sono fortunata perché da qui passano tutti i treni che attraversano la nostra meravigliosa Italia.Un’occhiata al meteo e senza ombra di dubbio decido di rischiare per visitare questa meravigliosa isola ormai fotografata in ogni suo angolo. Riconosco in questo villaggio la natura del mio blog. Le emozioni si associano ai colori. Mentre cammino penso a come sarebbe scegliere di abitare in una casa di colore diverso ogni giorno e concludo che sarebbe sicuramente FANTASTICO!  Sono esaltata, estasiata e mi infilo in ogni stradina (alle volte anche nei vicoli chiusi;) )per respirare la città e non solo per fotografarla. Osservo le signore che ricamano i pizzi, i bambini che giocano nel loro cortile sono letteralmente rapita. Burano hai davvero colorato il mio cuore e soprattutto mi hai regalato mille emozioni!!! qualche giorno e arriveranno le altre fotine 🙂

 

Bordeaux: la petite ville lumière

Fermi tutti. Ecco la Garonna, imponente come la Senna, ecco Bordeaux.
Mi siedo vicino la riva e osservo gli eleganti palazzi storici che si affacciano sul fiume e i ponti che la attraversano. Penso  subito ad una piccola Parigi. Un giorno è poco per visitarla, purtroppo questo è il tempo che ho a disposizione. Addentrandomi, nel centro storico, mi accorgo come la vicinanza alla Spagna abbia comunque influenzato in parte lo stile di questa meravigliosa città da scoprire ed approfondire. Non potevo esimermi dallo foto di rito al Miroir d’Eau. Ma quanta attesa per aspettare le nuvole d’acqua!! Bordeaux una meta da segnare in agenda!!!

!Firenze-Friends-Food!

Firenze a due passi dalla mia Bologna è una città che visito sempre molto volentieri. Respiri la sua importante storia passeggiando tra le stradine, ricche di vecchie botteghe e negozi lussuosi. Ce n’è per tutti i gusti: da Palazzo Pitti ai giardini dei Boboli al di là di Ponte Vecchio,  dalla Basilica di Santa Croce a Piazza Duomo con la cupola del Brunelleschi, il tutto condito da aperitivi cene e colazioni immersi nella cornice di questa splendida città.

 

Scopriamola questa ITALIA

Quando visiti un borgo così caratteristico entri in punta di piedi. Tutto è così perfettamente mantenuto. Assapori il tempo che si è fermato e rimani immobile di fronte a quanto ti si scopre davanti agli occhi. Grazzano Visconti, a pochi chilometri da Piacenza, è una delle gemme che appartiene alla mia amata Emilia Romagna. Ora vi lascio fantasticare,  attraverso qualche mia foto su questo luogo magico e misterioso, sperando possiate visitarlo quanto prima per innamorarvene come è successo a me!